Proponiamo l’impiego di metodi geofisici nell’ambito dell’esplorazione degli idrocarburi, sia convenzionali che non convenzionali (shale gas). Siamo in possesso di attrezzature e di un’adeguata esperienza per l’applicazione di metodi gravimetrici, magnetotellurici e sismici; tali metodi, impiegati congiuntamente, consentono una identificazione multi-parametrica dei corpi geologici investigati per la differenziazione dei parametri densità, resistività e velocità delle rocce.

leggi

Offriamo il monitoraggio di giacimenti di idrocarburi ed acque termali nel corso delle operazioni di sfruttamento, incluso il monitoraggio microsismico durante il fracking dei depositi di shale gas. Per tali attività Impieghiamo moderne attrezzature sismiche e sismometriche e sistemi di misura per le prove geoelettriche.

leggi

La precisa individuazione della zona di bassa velocità (LVL) è essenziale per determinare la profondità ottimale di localizzazione della dinamite (sorgente di energizzazione) e per l’introduzione di correzioni statiche nell’ambito della sismica a riflessione.La società Geopartner possiede il know-how necessario a svolgere indagini con microcarotaggi sismici garantendo anche la realizzazione delle perforazioni.

Sulla base dell’esperienza maturata, proponiamo servizi di reinterpretazione di misurazioni geofisiche di archivio utilizzando moderne procedure di calcolo (inversione 2D, 3D): in particolare utilizziamo immagini relative a misure gravimetriche, magnetiche e magnetotelluriche di archivio nell’interpretazione di nuove zone, in cui la maggiore urbanizzazione o gli eccessivi costi logisitici renderebbero di fatto non applicabili tali metodi di investigazione.

leggi

Offriamo la rielaborazione di dati sismici nuovi o di archivio impiegando i più recenti strumenti di calcolo (Promax). Per la corretta formulazione del modello di velocità di migrazione proponiamo opzionalmente l’esecuzione di indagini gravimetriche e magnetotelluriche.

leggi

Nell’ambito della ricerca idrica, l’applicazione di metodi geofisici risulta essenziale per la determinazione della geometria degli acquiferi, dei percorsi di migrazione dei fluidi, stimando temperatura e grado di mineralizzazione. Il parametro fondamentale che caratterizza le proprietà elettriche del mezzo è la resistività, che è influenzata principalmente dalle variazioni litologiche, ma anche dalla porosità, dalla permeabilità, dalle caratteristiche chimiche della matrice e dalla temperatura.

leggi

Nell’ambito dell’esplorazione delle acque termali, l’applicazione di metodi geofisici risulta essenziale per la determinazione della geometria degli acquiferi, dei percorsi di migrazione dei fluidi, stimando temperatura e grado di mineralizzazione. Il parametro fondamentale che caratterizza le proprietà elettriche del mezzo è la resistività, che è influenzata principalmente dalle variazioni litologiche, ma anche dalla porosità, dalla permeabilità, dalle caratteristiche chimiche della matrice e dalla temperatura.

leggi

Nel settore della prospezione e individuazione di giacimenti polimetallici proponiamo l’utilizzo di un insieme di metodi geoelettrici integrati con sismica a riflessione, magnetometria e profili VLF: l’impiego combinato di tali metodi consente l’identificazione multi-parametrica del mezzo investigato sotto il profilo della differenza di magnetizzazione, resistività e velocità delle rocce.
Disponiamo di un’ampia gamma di metodi geoelettrici utilizzati come standard nella ricerca di minerali metallici.

leggi

Nel settore della ricerca di materie prime proponiamo indagini geofisiche con una scelta di metodi dipendente dal tipo di minerale ricercato o delle condizioni attese per la sua individuazione. Data l’elevata complessità di tale indagine, dovuta alle possibili morfologie e profondità di rinvenimento di tali depositi, Geopartner si occupa sia della stesura del progetto di indagine geofisica che dell’elaborazione finale.

leggi

I carboni bituminosi e lignite hanno un notevole contrasto di densità e velocità rispetto a quelle della ganga: su tale base, i metodi geofisici preferiti nell’ambito dell’estrazione del carbone sono la gravimetria e la sismica. La società Geopartner è in grado di offrire una vasta gamma di soluzioni con l’applicazione dei suddetti metodi, sia nella fase di prospezione che nel corso delle attività di coltivazione mineraria.

leggi

La società Geopartner ha una considerevole esperienza nell’esecuzione di indagini geofisiche finalizzate alla ricostruzione delle strutture geologiche profonde: a tale riguardo proponiamo principalmente metodi magnetotellurici e gravimetrici. Il metodo gravimetrico implementato all’interno dell’immagine regionale consente l’interpretazione delle strutture profonde caratterizzate da differenti densità: tale tecnica viene spesso utilizzata per la determinazione qualitativa delle caratteristiche generali del basamento cristallino a profondità di svariati chilometri.

leggi

La società Geopartner, nell’ambito delle proprie attività, si occupa della correlazione geofisico-geologica tra i risultati ottenuti dalle misurazioni geofisiche (comprese le prove in foro) e le informazioni geologiche di base, con l’obiettivo di implementare un modello litologico-strutturale dell’ambito investigato.

leggi